• Tempo di lettura:4 minuti di lettura
Al momento stai visualizzando Lo svincolo di Rioveggio: la ripresa dei lavori

Lo svincolo di Rioveggio: la ripresa dei lavori

Soluzione parziale

Bologna, 18 Novembre 2020 – È stata data risposta oggi nel corso della seduta della Commissione Territorio Ambiente Mobilità all’interrogazione del capogruppo di RETE CIVICA – Progetto Emilia-Romagna, Marco Mastacchi, sul mancato completamento dello svincolo autostradale di Rioveggio.

La Variante di Valico realizzata tra Bologna-Casalecchio e Barberino del Mugello da che è stata aperta al traffico ha alleggerito il flusso sul vecchio tracciato della A1 (ancora in uso con la denominazione di “panoramica”). Il nuovo tracciato ha aumentato la sicurezza e reso più fluida la percorrenza grazie alla riduzione dei tempi medi di percorrenza, oltre che ridurre le emissioni inquinanti e i consumi per gli automobilisti. Ma la sua realizzazione ha lasciato dietro di sé anche disservizi e cadaveri strutturali.

A Rioveggio, frazione di Monzuno, il nuovo Casello, parte dell’opera dello svincolo di Rioveggio, sul tracciato storico della A1, è tutt’ora incompleto dall’ottobre del 2012, tra tira e molla di appalti, ripresa dei lavori, interruzioni e indagini. Opere viarie di connessione tra le diverse zone di questo territorio (compreso un raccordo stradale tra la Valle del Setta e la Valle del Reno) sono importanti per il ripristino e il rilancio economico, commerciale, sociale e produttivo per non parlare della positiva ricaduta sul tasso occupazionale dell’Appennino bolognese.

  • Quali le motivazioni per l’ennesima interruzione dei lavori per la realizzazione del nuovo casello di Rioveggio?
  • Quali i tempi entro cui si intende riavviare i lavori destinati al completamento dello stesso?
  • Si realizzerà la bretella per congiungere il casello A1 di Rioveggio con la variante di valico, in seguito allo sdoppiamento del tracciato autostradale?
  • Si realizzerà il raccordo stradale tra la Valle del Setta e la Valle del Reno (bretella Reno-Setta) al fine di porre soluzioni infrastrutturali definitive per eliminare i disagi ai Comuni interessati?

Questi i nodi sui quali Mastacchi ha chiesto chiarimenti.

L’Assessore Corsini ha risposto in merito riferendo di un aggiornamento arrivato dalla Società Autostrade il 13 novembre su sollecitazione della Regione. “La Società ritiene plausibile poter rientrare nella disponibilità delle aree indicativamente entro il 1° trimestre del 2021 e per giungere al più presto al riavvio dei lavori intende affidare le opere di completamento direttamente all’impresa collegata Pavimental S.p.A. perché vengano ultimate al più presto possibile con garanzie certe in termini di sicurezza per tutti.” cita Corsini.

Il Consigliere Mastacchi prende atto con soddisfazione di questo risultato, ricordando che anche il Comune di Monzuno a suo tempo aveva avanzato la richiesta di utilizzare la Società Pavimental per chiudere i lavori e l’averla accettata avrebbe fatto risparmiare anni di peripezie.

Meno soddisfatto delle risposte in merito alla bretella per congiungere il casello A1 di Rioveggio con la variante di valico e al collegamento stradale tra la Val di Setta e la Valle del Reno. Per entrambi i progetti, come riferisce l’Assessore Corsini, rimane negativo il bilancio costi/benefici. Mastacchi ne prende atto.