• Tempo di lettura:3 minuti di lettura
Al momento stai visualizzando Alessandro Bellière: camminare fa bene a tutti!

Alessandro Bellière: camminare fa bene a tutti!

Bologna, 5 settembre 2022 – Amore per lo sport, forza di volontà, tenacia, impegno e stile di vita sano. In questi principi troviamo riassunta la vita di Alessandro Bellière, alpino-paracadutista e subacqueo prima, atleta a livello nazionale (fondo e marcia) poi, camminatore per passione da quando, alla soglia dei 78 anni, si avvicina al trekking. Da allora a oggi, che gli anni sono quasi 89, le sue imprese di camminatore sono state un crescendo. I 1700 km percorsi a piedi nel 2013 per festeggiare i suoi 80 anni, diventano 4600 nel 2014, 2100 nel 2015, 6127 nel 2016, 4250 nel 2018, 2300 nel 2020 e infine 2957 nel 2022.  Partito da Palermo il 25 maggio Bellière ha mantenuto il passo nonostante la formidabile estate che ha visto temperature con picchi oltre i 40 gradi, dando prova incontrovertibile della fondatezza dei principi che ispirano la sua vita. Seguito e accompagnato nel suo andare da scolaresche, appassionati sportivi, associazioni di volontariato, semplici cittadini che hanno voluto sostenerlo accompagnandolo, è diventato strumento di conoscenza dei territori che ha toccato. Organizzate in autonomia le sue imprese hanno avuto il sostegno e il supporto spontaneo di molti dei Comuni incontrati lungo il suo cammino. Un bell’esempio di come lo sport sia sempre un messaggio positivo di salute, inclusione e socialità. 

“Scopo di queste imprese e quello di invogliare, con il mio esempio, i giovani, i meno giovani e le persone con disabilità a fare sport. Fare sport un po’ tutti i giorni è importante. “ dice Bellière. “Da parte delle amministrazioni sarebbe utile che il trekking fosse sostenuto con percorsi mantenuti e aree di sosta opportunamente attrezzate – tavoli e panchine, una fontanella, etc.” continua. 

Camminare mantiene giovani e Alessandro Bellière ne è la prova. 

Nella nostra Regione il suo percorso lo ha visto attraversare il territorio dell’Appennino e in particolare i comuni di Camugnano, Castiglione dei Pepoli, San Benedetto Val di Sambro Castel dell’Alpi con l’omonimo lago, Monzuno con la nota Via degli Dei alcuni tratti della quale percorsi da Bellière e Sasso Marconi, prima di giungere a Bologna, tappa finale di questa ennesima impresa.

Al termine del suo cammino Bellière è stato salutato dall’Assessore Corsini e dal Consigliere di Rete Civica Marco Mastacchi a Bologna nella Sede dell’Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna, che ha patrocinato l’impresa insieme allo sponsor EmilBanca.