• Tempo di lettura:3 minuti di lettura
Al momento stai visualizzando Una rotonda per la Fondovalle Savena: troppi incidenti e in continuo aumento

Una rotonda per la Fondovalle Savena: troppi incidenti e in continuo aumento

Bologna – 7 giugno 2022 – Il capogruppo di RETE CIVICA – Progetto Emilia-Romagna Marco Mastacchi ha presentato alla Presidente dell’Assemblea legislativa Emma Petitti e alla Giunta Regionale un’interrogazione sulle possibili soluzioni per migliorare la percorribilità della Fondovalle Savena e ridurre gli incidenti stradali in costante aumento.     

La strada “Fondovalle Savena” nasce nel 1950 ricavata accanto al greto del fiume e quale percorso parallelo e alternativo alla statale della Futa. Attraversa la valle costeggiando il fiume da cui prende il nome tra i comuni di Loiano e Monzuno senza incontrare alcuna località per più di 20 km, con un percorso che, a differenza della statale della Futa, è fatto di rettilinei e curve dolci che inducono gli automobilisti a premere forse un po’ di più sull’acceleratore. Il passaggio attraverso le suggestive Gole di Scascoli, un tratto incassato tra ripidi costoni di pietra, non sembra indurre a rallentare per ammirare il panorama. Diversi gli incidenti nel tempo lungo questa strada un tempo poco trafficata e che ha visto poi negli anni un costante aumento di mezzi e, di conseguenza, di sinistri stradali.

L’incrocio a raso della SP 59 Loiano/Monzuno con la SP FVS (Fondovalle Savena) sommato alla velocità degli automobilisti e alla scarsa segnaletica, ha evidenti implicazioni in termini di sicurezza stradale di questo percorso. È necessario che in una strada come la Fondovalle, dove tutti procedono ad alta velocità e dove continuano a verificarsi incidenti, vengano adottate nuove politiche per ridurre l’emergenza stradale in atto. Tante le iniziative proposte e utili per sensibilizzare gli automobilisti a ridurre la velocità. Tra le altre anche la creazione di una rotatoria, più volte richiesta dagli amministratori del territorio senza alcun esito, da realizzarsi all’altezza dell’incrocio tra la SP 59 e la SP FVS (Fondovalle Savena) e che avrebbe la finalità di ridurre la velocità dei veicoli e di rendere più consapevoli automobilisti e motociclisti.

Mastacchi chiede alla Giunta quali interventi migliorativi intenda adottare rispetto alle criticità esistenti sulla percorribilità della Fondovalle Savena e se l’ipotesi della realizzazione di una nuova rotatoria all’altezza dell’intersezione tra la Sp 59 e la SP FVS (Fondovalle Savena) può essere percorribile e in che tempi.