• Tempo di lettura:4 minuti di lettura
Al momento stai visualizzando SUPERSTRADA FERRARA – MARE: lavori continui e tempi incalcolabili che non fanno bene al turismo

SUPERSTRADA FERRARA – MARE: lavori continui e tempi incalcolabili che non fanno bene al turismo

Bologna – 14 giugno 2022 – Il capogruppo di RETE CIVICA – Progetto Emilia-Romagna Marco Mastacchi ha presentato alla Presidente dell’Assemblea legislativa Emma Petitti e alla Giunta Regionale un Question Time che mette in evidenza la continua presenza, sulla superstrada Ferrara – Mare, di cantieri di durata incalcolabile e sempre nei momenti meno opportuni per la stagione turistica. 

Anche quest’anno i cantieri sulla Ferrara-mare verranno fatti nella stagione estiva e per chi ha intenzione di andare al mare si prospetta uno scenario di mesi di calvario, tra ruspe e bitume, operai e transenne, con ombrellone e lettini che sembreranno un miraggio lontano. Forte la preoccupazione dei gestori dei bagni ferraresi per l’impatto negativo che un tale scenario avrà sui turisti nei prossimi mesi. Nessuno discute che i lavori vadano fatti quando il tempo è bello, ma una corretta gestione dovrebbe fare in modo che non durassero all’infinito e che prevedessero l’utilizzo delle ore notturne per la loro esecuzione, per non danneggiare quei flussi turistici così necessari all’economia locale.  Ad aumentare le preoccupazioni degli operatori economici estensi, alla criticità dei lavori della superstrada si aggiunge la permanenza di un cantiere invasivo lungo un tratto di viale Carducci a Lido degli Estensi, a seguito dell’avvio del progetto di riqualificazione del “salotto buono” dei Lidi, che inevitabilmente porterà danni economici alle attività commerciali prossime, che non saranno facilmente accessibili. L’abbattimento dei pini lungo viale Carducci e la conseguente eccessiva ventilazione unita alla mancanza di ombra, produrrà con il sole estivo un effetto riflesso molto forte, causa di temperature insostenibili e a farne le spese saranno attività e negozi che insistono lungo il viale. Senza considerare che a partire dalla prima settimana di giugno inizieranno i mercatini ai Lidi e per le diverse attività economiche l’arrivo dei turisti sarà condizionato dai lavori “in corso” lungo viale Carducci.

Una situazione generale che porta il consigliere Mastacchi a interrogare la Giunta per sapere se intenda adoperarsi in tempi stretti per chiedere, sia ad Anas che all’amministrazione comunale, l’accelerazione dei diversi cantieri in essere e l’attivazione di lavori, anche notturni, programmando tutto quello che è possibile a settembre, per evitare che anche quest’anno i cantieri vadano a ostacolare la ripartenza proprio nel momento in cui stiamo iniziando a vedere la luce e stiamo intensificando gli sforzi per accogliere i turisti sulle nostre spiagge. Se è vero che le strade vanno rese sicure e le manutenzioni devono essere fatte è anche vero che i lavori devono essere programmati tenendo conto dell’impatto che comportano sul tessuto economico e produttivo. Nel rispondere, l’assessore Corsini informa che ha attivato un’interlocuzione costante con Anas in merito a questi lavori. La Prefettura di Ferrara ha da tempo attivato anche il COV (Comitato Operativo Viabilità) per coordinare le lavorazioni cercando di limitare i disagi alla circolazione. “Impossibile fare i lavori nelle ore notturne perché a fronte di maggiori costi non sarebbero garantite condizioni di sicurezza per i lavoratori.” ANAS si è però impegnata a sospendere i lavori dalla fine di giugno agli inizi di settembre. Anche su Viale Carducci i lavori sono stati interrotti fino a settembre.  Mastacchi commenta approvando la scelta di aver attivato lo strumento di consultazione con ANAS e auspica che l’interlocuzione prosegua anche nel prossimo anno, prevedendo di considerare, in alternativa, la programmazione dei lavori nel periodo primaverile. È soddisfatto che si possa comunicare ai cittadini che da fine giugno i lavori verranno interrotti fino a settembre.