• Tempo di lettura:3 minuti di lettura
Al momento stai visualizzando BOSCOFORTE: una perla di natura incontaminata   

BOSCOFORTE: una perla di natura incontaminata   

Bologna – 24 febbraio 2022 – Il capogruppo di RETE CIVICA – Progetto Emilia-Romagna Marco Mastacchi ha presentato alla Presidente dell’Assemblea legislativa Emma Petitti e alla Giunta Regionale un’interpellanza sull’acquisizione da parte della Regione della penisola di Boscoforte, nei territori del Delta del Po.  

Boscoforte è una penisola valliva, al confine tra Argenta e Comacchio. È una zona umida di importanza internazionale ai sensi della Convenzione Ramsar e rientra nelle aree designate come Siti di Importanza Comunitaria (S.I.C.) e Zone di Protezione Speciale (Z.P.S.) della Rete Natura 2000. 

Unica a livello nazionale ed europeo, sia per rilevanza ambientale che per potenzialità turistica, la penisola di Boscoforte richiama un’avifauna particolarmente ricca, è luogo privilegiato per la sosta e la nidificazione di numerose specie e vede esemplari di Cavalli Delta/Camargue allo stato brado scorrazzare tra essenze vegetali e arboree di svariate famiglie. 

Oggetto di contenziosi pluriennali tra vari soggetti pubblici e la proprietà, è una penisola caratterizzata da una notevole varietà di ambienti legati alla contemporanea presenza di acqua dolce e di acqua salmastra con canneti, salicorneti, barene, dossi sabbiosi e canali. Nel 1962 viene recintata da un privato, fatto che apre a un contenzioso ultradecennale. Nel 2008 un protocollo d’intesa tra la Regione Emilia Romagna, il Parco del Delta, le Province di Ferrara e di Ravenna, il Comune di Comacchio e la Società Bonifica Valli Meridionali di Comacchio prevede oltre la cessione al demanio regionale della penisola anche numerose iniziative volte a garantire la gestione complessiva del sistema idraulico. Già una risoluzione a firma di diversi consiglieri della Giunta aveva chiesto l’impegno della Regione ad acquisire la disponibilità della Penisola di Boscoforte. 

La risposta del Sottosegretario Baruffi a un Question Time della consigliera Zamboni ha evidenziato qualche tempo fa che la cessione gratuita al demanio regionale dell’area, concordata nel protocollo di intesa del 2008, non è mai stata perfezionata a causa della mancata approvazione del protocollo da parte della Giunta regionale. 


L’atto ispettivo di Mastacchi mira a definire se esista un’intesa siglata dalla Regione Emilia Romagna nel 2008 e quali siano i motivi che ne ostacolano l’approvazione, considerato che l’acquisizione nella disponibilità della Regione Emilia-Romagna della Penisola di Boscoforte costituirebbe un’occasione importante per lo sviluppo economico-turistico per i territori del Delta del Po. 

In seconda battuta Mastacchi chiede anche se è intenzione della nostra Regione procedere in tempi brevi con l’acquisizione della penisola, considerato che la proprietà ha espresso in più occasioni la volontà di cederla alla Regione Emilia-Romagna.